'NIDI GRATIS', SONO APERTI I TERMINI PER LE DOMANDE PER IL PRIMO SEMESTRE 2023

Si comunica che sono aperti i termini per la presentazione delle domande per l'accesso ai contributi destinati all’abbattimento della retta per la frequenza in nidi e micronidi pubblici o privati, misura nota come ‘Nidi gratis’. 

Data:
25 luglio 2023

Visualizzazioni:
5073

Si comunica che sono aperti i termini per la presentazione delle domande per l'accesso ai contributi destinati all’abbattimento della retta per la frequenza in nidi e micronidi pubblici o privati, misura nota come ‘Nidi gratis’. 

L’Amministrazione Comunale informa che con deliberazione G.R. n. 21/19 del 22.6.2023 la Regione Autonoma della Sardegna ha confermato la vigenza delle Linee Guida approvate con la deliberazione G.R. n. 6/22 del 25 febbraio 2022, che disciplina il Piano di interventi per sostenere l’accesso ai servizi per la prima infanzia tramite l’abbattimento della retta per la frequenza in nidi e micro nidi pubblici e/o privati acquistati in convenzione dal Comune e/o privati non in convenzione (misura “Nidi Gratis”) per il sostegno alle famiglie nella conciliazione famiglia-lavoro, attraverso l’erogazione del Bonus Nidi Gratis di massimo euro 200,00 mensili, per la durata di 11 mesi. Tale Bonus sarà parametrato in due differenti scaglioni ISEE fino ad un massimo di euro 40.000,00 contribuendo così all’abbattimento delle rette con l’integrazione al Bonus nido erogato dall’INPS. Il Dirigente del Settore 1 – Servizio Pubblica Istruzione rende noto che con determinazione n. 1056/24.7.2023 è stato approvato l’avviso per il contributo NIDI GRATIS per l’anno 2023 e lo schema di domanda per il 1° semestre 2023 – periodo gennaio/luglio – con scadenza per la presentazione delle istanze al 30 settembre 2023.

Il "Bonus Nidi Gratis" dovrà essere richiesto dal genitore beneficiario del Bonus Asilo Nido INPS al Comune in cui si trova la struttura frequentata dal minore.

1. Requisiti di ammissione al contributo

Può presentare la domanda “Bonus Nidi Gratis” per l’accesso al contributo per l’abbattimento della retta per la frequenza in nidi e micronidi pubblici o privati, acquistati in convenzione dal Comune o privati non in convenzione dal Comune per la misura “Nidi gratis” (ai sensi dell’art.4 c.8 della L.R. 20/2019 e ss.mm.ii) il genitore il cui nucleo familiare, anche mono-genitoriale, ivi compreso la famiglia di fatto, sia in possesso dei seguenti requisiti: 

  • Sia beneficiario del Bonus Asilo Nido INPS (di cui all’articolo 1, comma 355, legge 11 dicembre 2016, n. 232 e ss.mm.ii.) come risulta da apposita certificazione scaricabile dal portale INPS da cui sia rilevabile l’effettiva idoneità e l’ammontare del bonus suddetto. In caso il richiedente non sia ancora beneficiario deve essere allegata l’attestazione dell’avvenuta richiesta del Bonus Nido INPS “ricevuta bonus nido” o “riepilogo dati domanda”;
  • Il nucleo sia composto da almeno uno o più figli fiscalmente a carico, di età compresa tra zero e tre anni (due anni e 365 giorni), anche in adozione o affido, in armonia con quanto previsto per il Bonus Inps. In caso di compimento del 3° anno nel corso dell’anno di presentazione della domanda il rimborso sarà erogato per le sole mensilità comprese tra gennaio e luglio;
  • Con ISEE anno 2023 valido non superiore a € 40.000,00 calcolato ai sensi dell’articolo 7 del D.P.C.M. n. 159/2013, per le prestazioni rivolte ai minorenni nel nucleo familiare. L’indicatore che verrà preso a riferimento per il calcolo dell’importo della prestazione spettante è quello del minore relativamente al quale è stato richiesto il beneficio. In caso di mancata presentazione dell’ISEE in sede di domanda, il Comune riceverà le domande ammettendole “con riserva” e considerando quale fascia di contributo quella prevista tra i 30.000,00 e i 40.000,00 euro. Qualora in sede di verifica dell’autodichiarazione, l’ISEE dichiarato dovesse risultare superiore al massimo previsto, si procederà al rigetto dell’istanza o alla revoca del finanziamento. 

2. Servizi ammissibili 

I servizi per la prima infanzia finanziabili sono: nidi, micronidi, sezioni primavera, nidi domiciliari e nidi aziendali, pubblici o privati acquistati in convenzione dai Comuni, o privati non in convenzione. Sono incluse le forme di assistenza domiciliare in favore di bambini di età inferiore ai 36 mesi affetti da gravi patologie croniche. Non sono ricompresi i servizi di genitore accogliente e i centri estivi. 

3. Modalità di presentazione delle domande e scadenze 

La domanda di contributo “Bonus Nidi Gratis 2023” per il 1° semestre 2023 – periodo gennaio/luglio 2023 - dovrà essere presentata esclusivamente on line entro e non oltre il 30 settembre 2023 dal genitore/affidatario che ha presentato la domanda Bonus Nidi INPS (di cui all’articolo 1, comma 355, legge 11 dicembre 2016, n. 232) e che ha provveduto ad effettuare il pagamento delle rette di frequenza al nido.

L’accesso all’istanza potrà avvenire con autenticazione con SPID/CIE/CNS, in tal caso non è richiesta la sottoscrizione dell’istanza; in caso di accesso NON AUTENTICATO l’istanza dovrà essere sottoscritta digitalmente o a mano e caricata a sistema.

Poiché la domanda dovrà essere presentata da entrambi i genitori, il genitore richiedente dovrà presentare la richiesta unitamente all’altro genitore compilando gli appositi campi e allegando il documento di identità anche del genitore non richiedente. In caso di unico richiedente, si dovrà dichiarare di aver effettuato la richiesta in osservanza delle disposizioni sulla responsabilità genitoriale. 

Per il secondo semestre – periodo settembre/dicembre 2023 - i beneficiari che hanno presentato domanda per il primo periodo e che vogliano mantenere il contributo anche per il secondo periodo, dovranno riconfermare, tramite apposita istanza, l’interesse al beneficio, conservando il diritto maturato nella graduatoria in essere. Si precisa che si procederà al finanziamento dei beneficiari della seconda graduatoria una volta soddisfatti quelli della prima e fino alla disponibilità dei fondi.

Richiesta Online

 

4. Documentazione da allegare 

Al fine di consentire l’istruttoria e l’approvazione della graduatoria per il periodo gennaio/luglio 2023 gli interessati al contributo dovranno provvedere a presentare la domanda, entro e non oltre il 30 settembre 2023, unitamente ai seguenti documenti:

  • Certificazione ISEE in corso di validità, senza annotazioni;
  • Documento di identità in corso di validità di entrambi i genitori o, in caso di famiglia monogenitoriale, del genitore richiedente;
  • Eventuale fattura della quota di iscrizione pagata nell’anno 2023 per l’anno di riferimento, in caso di richiesta di rimborso della medesima;
  • Attestazione del pagamento del contributo da parte dell’INPS per tutti i mesi richiesti risultante dalla stampa dei dati estrapolata da “consultazione pagamenti” (all’interno della domanda INPS “Bonus Nidi” NON da “cassetto previdenziale”) come da fac-simile di seguito riportato:

fac-simile-2

 

Si precisa che il documento dovrà essere trasmesso in unico file, leggibile e stampabile, contenente i dati anagrafici del genitore richiedente, del minore e delle mensilità erogate dall’INPS o con le fatture caricate (simbolo “” nella colonna “allegato” e compilazione della colonna “importo autodichiarato” indicante l’importo della retta). Le attestazioni non conformi alle suddette indicazioni non saranno considerate valide.
In caso non si disponesse di tale documento, dovrà essere allegata l’attestazione INPS dell’avvenuta richiesta del Bonus Nido INPS “ricevuta bonus nido” o “riepilogo dati domanda” da integrare successivamente con la scheda “consultazione pagamenti”.
In ogni caso le attestazioni dell’avvenuto pagamento non allegate in sede di presentazione della domanda dovranno essere presentate entro il termine stabilito nella graduatoria provvisoria approvata, pena esclusione dal diritto o il non riconoscimento del contributo per le mensilità non attestate.

Per il periodo settembre/dicembre 2023 (per l’anno scolastico 2023/2024), gli interessati dovranno provvedere ad allegare alla domanda i documenti sopra elencati entro e non oltre il 31 gennaio 2024. Le attestazioni INPS di avvenuto pagamento non allegate in sede di presentazione della domanda dovranno essere presentate entro il termine stabilito nella graduatoria provvisoria approvata pena esclusione dal diritto o il non riconoscimento del contributo per le mensilità non attestate.

5. Redazione delle graduatorie

Le graduatorie per la misura Nidi Gratis saranno suddivise nei seguenti periodi: una per i mesi gennaio/luglio 2023 (relativamente all’anno scolastico 2022/2023), e una per i mesi di settembre/dicembre 2023 (relativamente all’anno scolastico 2023/2024) con criterio di priorità in base al valore ISEE.

Terminata l’istruttoria, sarà approvata la graduatoria provvisoria unitamente all’elenco delle domande ammesse, delle domande ammesse con riserva e delle istanze escluse indicanti le motivazioni rispettivamente della riserva o dell’esclusione. Entro i termini previsti potranno essere presentate osservazioni ed integrazioni; le domande ammesse con riserva dovranno essere integrate con la documentazione richiesta e le istanze escluse potranno presentare ricorso in opposizione documentato.

Successivamente alle integrazioni, da presentarsi inderogabilmente entro i termini prescritti, sarà redatta e pubblicata la graduatoria definitiva degli aventi diritto e l’elenco delle istanze escluse.

6. Misura e attribuzione del contributo

Il contributo è cumulabile con le agevolazioni per la frequenza di asili nido pubblici e privati, di cui alla circolare n.27 del 14/2/2020 della Direzione Centrale dell’INPS (Bonus Inps Asili Nido) ed è riconosciuto ai nuclei familiari con ISEE non superiore a € 40.000,00.

Ai nuclei familiari ammessi al beneficio, è erogato un contributo fino ad un massimo di:

– € 2.200,00 ripartiti in 11 mensilità da € 200,00 per l’anno 2023, per gli importi ISEE tra € 0,00 e € 30.000,00;

– € 1.833,37 ripartiti in 11 mensilità da € 166,67 per l’anno 2023 per gli importi ISEE tra € 30.000,01 e 40.000,00.

 

La misura del contributo è così calcolata:

Importo retta – Bonus INPS asili nido = Contributo RAS Bonus nidi gratis, fino a copertura dell’importo della retta ed entro i massimali di cui al precedente periodo.

È rimborsabile anche la quota dell’iscrizione per l’anno educativo di riferimento, sia che essa venga pagata in un’unica soluzione sia che venga rateizzata associandola alla retta mensile. Per la quota di iscrizione dovrà essere allegata la relativa fattura.

Sono rimborsabili i costi dei servizi riferiti al periodo compreso tra il 1.1.2023 e il 31.12.2023 per un massimo di 11 mensilità.

L’intervento non preclude l’accesso ad altre misure di sostegno alla conciliazione lavoro - famiglia (ad es. Servizi per il baby sitting) e può essere richiesto per ogni minore del nucleo al di sotto dei tre anni.

N.B. Le istanze che non generano un esito favorevole con assegnazione di un numero di protocollo, NON sono valide e devono essere ripresentate.

Eventuali chiarimenti o informazioni potranno essere richieste a Maria Rosaria Seta telefono: 070/86012666 o alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando nell’oggetto “nidi gratis 2023 + [OGGETTO DELLA RICHIESTA]” 

Si allegano la determinazione e l'avviso dell'Ente, nonché le linee guida RAS.

 

 

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
12/09/2023, 09:46

Potrebbero interessarti