REGOLARIZZAZIONI SERVIZIO MENSA SCOLASTICA A RILENTO L'AMMINISTRAZIONE INVITA I GENITORI AD ACCELERARE

Un appello alla regolarizzazione delle posizioni in merito alla mensa scolastica al fine di un corretto avvio del nuovo servizio. È quello che lancia l’Amministrazione comunale a seguito del basso numero di accessi all’apposito portale e di download della relativa applicazione sin qui registrato.

Data:
29 dicembre 2022

Visualizzazioni:
1999

Un appello alla regolarizzazione delle posizioni in merito alla mensa scolastica al fine di un corretto avvio del nuovo servizio. È quello che lancia l’Amministrazione comunale a seguito del basso numero di accessi all’apposito portale e di download della relativa applicazione sin qui registrato. Pochi semplici clic per da parte di ciascun utente per non farsi trovare impreparati o non dover gestire tutto all’ultimo momento con un incremento del rischio di inconvenienti.

Da lunedì 9 gennaio gli studenti degli istituti comprensivi quartesi iscritti alla mensa scolastica pranzeranno con i pasti prodotti dall’ATI recentemente costituita dalle ditte Compass Group e Catering+. Sono in tutto 2000 i bambini che hanno l’abitudine di mangiare a scuola, migliaia di pasti per i quali si rende necessaria una complessa organizzazione, che non può prescindere da un alto livello di qualità.

Mancano ormai pochi giorni al via del nuovo servizio di mensa scolastica e gli accessi al nuovo Portale Genitori e all’applicazione sono ancora pochi - spiega l’Assessora alla Pubblica Istruzione Cinzia Carta -. Rivolgo quindi un caloroso invito ai genitori affinché regolarizzino le posizioni degli studenti quartesi e permettano un corretto avvio nella data del 9 gennaio, ormai prossima. Nel ricordare che il Comune ha scelto la strada della concessione per l’affidamento del servizio, vorrei sottolineare che il pagamento anticipato diventa ancora più importante rispetto al passato, per evitare spiacevoli e imbarazzanti episodi di non fornitura dei pasti ai bambini”.

Una prima ricarica del credito deve essere obbligatoriamente effettuata prima dell’avvio del servizio. Un rigore in linea con il mercato, tenendo conto del fatto che con l’istituto della concessione il rischio d’impresa dalla Pubblica Amministrazione viene trasferito al privato concessionario, ed è l’ATI appunto ad aver in carico la riscossione delle rette. È possibile farla tramite la Piattaforma PagoPA, accedendo all’area web dedicata sul Portale Genitori o tramite l’app ComunicApp e indicando l’importo da versare, scegliendo la modalità di Pagamento Online o generando un Avviso di pagamento. 

Iscriversi e caricare il credito si rende quindi necessario per non concentrare tutto all’ultimo momento, intasando magari il sistema. Sono infatti appena 395 le utenze sinora registrate, appena un quinto del totale. Farlo ora significa non solo favorire una precisa organizzazione del lavoro, ma anche evitare eventuali problemi dell’ultimora, che sono particolarmente difficili da gestire.

Le credenziali per l’accesso al Portale Genitori e all’applicazione ComunicApp sono state consegnate tramite lettera ai bambini interessati, affinché potessero consegnarle a mano alla famiglia. Sul sito istituzionale del Comune sono stati pubblicati il manuale di utilizzo e la relativa infografica. I genitori che avessero bisogno di un aiuto nella procedura possono comunque rivolgersi allo ‘Sportello informativo’, a disposizione dell’utenza al piano Terra del Palazzo Comunale di via Porcu, nei giorni martedì e giovedì dalle 15 alle 18. Negli stessi orari è possibile anche contattare il numero 070/15252309; in alternativa si può mandare una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
29/12/2022, 15:33

Potrebbero interessarti