TARI, PER I CITTADINI VIRTUOSI CHE PAGANO CON PUNTALITÀ ECCO LO SCONTO IN BOLLETTA

L’Amministrazione comunale di Quartu Sant’Elena introduce una novità importante nelle modalità di pagamento della tassa comunale sui rifiuti (TARI): la Giunta ha infatti definito i criteri per l’assegnazione delle premialità TARI 2023, nel quadro del vigente Regolamento Comunale di settore.

Data:
7 giugno 2023

Visualizzazioni:
5151

L’Amministrazione comunale di Quartu Sant’Elena introduce una novità importante nelle modalità di pagamento della tassa comunale sui rifiuti (TARI): la Giunta ha infatti definito i criteri per l’assegnazione delle premialità TARI 2023, nel quadro del vigente Regolamento Comunale di settore.

I nostri uffici hanno lavorato alacremente per reperire le risorse necessarie ad introdurre questa misura importante, che mira ad instaurare un clima di fiducia e cooperazione con i contribuenti” spiega il Sindaco Graziano Milia. “Un provvedimento che rappresenta una novità assoluta e che speriamo di poter confermare anche per le annualità successive, rendendolo strutturale. La nostra”, prosegue il Sindaco “vuole essere un’Amministrazione amica del cittadino, vicina alle esigenze di chi si comporta responsabilmente nei confronti della collettività. Contestualmente proseguirà l’opera di controllo a tappeto finalizzata a convincere chi ancora non lo ha fatto a regolarizzarsi”.

Potranno accedere alla scontistica tutti i contribuenti (utenze domestiche e non domestiche) che risultino regolari ed iscritti alla banca dati da almeno 3 anni, che abbiano ritirato i nuovi mastelli per la raccolta differenziata presso il gestore De Vizia Transfert entro il 30/05/2023 e che abbiano provveduto al pagamento della TARI entro il termine di scadenza dell’ultima rata per i diversi anni di imposta come di seguito indicato:

  • anno d’imposta 2018 pagamento entro 31/08/2018
    · anno d’imposta 2019 pagamento entro 30/11/2019
    · anno d’imposta 2020 pagamento entro 31/12/2020
    · anno d’imposta 2021 pagamento entro 30/11/2021
    · anno d’imposta 2022 pagamento entro 31/12/2022

Nel caso in cui il contribuente abbia presentato la dichiarazione TARI nei termini e il documento contabile sia stato emesso dall’Ente nell’anno o negli anni successivi a quello d’imposta, per causa non imputabile al medesimo, si terrà conto che il relativo pagamento sia stato effettuato entro la scadenza prevista nello stesso. Nel caso siano stati emessi documenti di conguaglio, si terrà conto che i pagamenti richiesti siano stati effettuati entro 30 giorni dall’emissione degli stessi.

La premialità sarà applicata d’ufficio mediante uno sconto sull’importo dovuto per la TARI 2023 come di seguito:

riduzione del 12% sull’importo dovuto se il contribuente risulta virtuoso dal 2018, in quanto iscritto da tale anno oppure da anni precedenti;
riduzione del 9% sull’importo dovuto se il contribuente risulta virtuoso dal 2019, in quanto iscritto da tale anno;
riduzione del 7 % sull’importo dovuto se il contribuente risulta virtuoso dal 2020, in quanto iscritto da tale anno.
Inoltre si potrà fruire di un ulteriore sconto del 3% sull’importo dovuto, ove si aderisca alla domiciliazione bancaria (SDD) per pagare in unica soluzione la TARI con addebito unico previsto al 29 settembre 2023. Tale premialità sarà applicata dall’ufficio al ricevimento della documentazione richiesta.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
07/06/2023, 12:22

Potrebbero interessarti