QUARTU SCENDE IN CAMPO IL 25 NOVEMBRE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, il Comune di Quartu Sant'Elena ha deciso di proporre una serie di iniziative in grado di fornire un aiuto concreto a tutte le donne vittime di abusi e di sensibilizzare la cittadinanza sul tema della violenza di genere.

Data:
15 novembre 2023

Visualizzazioni:
1783

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, il Comune di Quartu Sant'Elena ha deciso di proporre una serie di iniziative in grado di fornire un aiuto concreto a tutte le donne vittime di abusi e di sensibilizzare la cittadinanza sul tema della violenza di genere.

La giornata avrà inizio con un incontro presso la scuola secondaria di Via Bach che vedrà uniti l’assessorato alla Pubblica Istruzione e Politiche di Genere assieme Commissione Pari Opportunità per riflettere sul tema insieme ai giovanissimi con l’ausilio della psicologa Rina Salis, componente della Cpo cittadina. “La scuola di Via Bach ha desiderato fortemente celebrare questa giornata con noi e questo non può che farci piacere: è utile e necessario riflettere coi ragazzi su un tema così urgente in maniera attiva e partecipata e avvalendosi delle giuste competenze”, spiega Cinzia Carta, Assessore alla pubblica istruzione, allo Sport e Politiche di Genere del Comune di Quartu Sant'Elena.

Verrà poi presentata alla cittadinanza una nuova iniziativa promossa dall’Associazione I.P.T.S, associazione dall’esperienza decennale in ambito di sensibilizzazione e formazione attorno al tema della violenza sulle donne, che consiste in un corso di autodifesa rivolto alle donne a partire dai 16 anni di età. Il corso, previa iscrizione a titolo gratuito, prevede di formare le donne interessate con tecniche di autodifesa, abilità e strategie atte a prevenire il perpetrarsi della violenza, anche attraverso l’uso sicuro di strumenti quali lo spray al peperoncino (Spray O.C.). “Ci auguriamo che questo stage possa far aumentare la fiducia e la consapevolezza delle partecipanti, aiutandole a sentirsi più sicure e capaci di proteggere se stesse in caso di necessità: l’intento è quello di favorire uno strumento concreto in situazioni pericolose fin troppo spesso considerate senza via d’uscita” continua l’assessore Carta.  

Il corso, denominato “DONNE AL SICURO - DICIAMO NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE: CONOSCI, PREVIENI, DIFENDITI”, avrà luogo sempre presso la scuola secondaria di Via Bach, sabato 25 novembre, dalle ore 16:00 alle ore 20:00. La parte pratica verrà condotta dagli Istruttori di Tecniche Operative dell’I.P.T.S congiuntamente con gli Istruttori della Polizia Locale di Cagliari, Giuseppe Mancosu e Salvatore Pinna. Sarà presente anche Valentina Pischedda dell'associazione Feminas. Per iscriversi al corso sarà sufficiente scaricare il modulo allegato alla presente comunicazione. Tale modulo va compilato ed inviato al numero del referente indicato in locandina (S. Pinna +39 349 3669223 su Whatsapp). Non sarà necessario alcun versamento perché l’iscrizione al corso è gratuita, così come è gratuita anche l'iscrizione all’associazione che consente di avere lo spray in omaggio (dal valore di 10 euro).

Le iniziative per il 25 novembre prevedono anche un momento di sensibilizzazione rivolto a tutta la popolazione: la Commissione Pari Opportunità distribuirà dei materiali informativi sul numero 1522, per farlo conoscere a chi a bisogno di utilizzarlo ma non solo. “Davanti ai numeri in continua crescita della violenza sulle donne occorre non abbassare mai la guardia e continuare a lavorare per mettere in campo quante più iniziative concrete possibili per contrastare questo fenomeno. Per questo la Commissione Pari Opportunità ha realizzato una locandina che intende pubblicizzare il numero gratuito 1522, attivo 24 ore su 24, e i numeri dei Servizi Sociali, da contattare in caso di violenza o di abuso”. Così la Presidente della CPO cittadina Elisa Usalla, promotrice dell’iniziativa di sensibilizzazione. “Centinaia di locandine saranno affisse nei luoghi pubblici della città, in modo da far conoscere gli strumenti da contattare per chiedere aiuto. È importante far capire alle donne vittime di violenza che non sono sole, ma che esistono strumenti attraverso i quali è possibile attivare tutti i procedimenti necessari per mettere in sicurezza loro e i loro bambini”.

Scarica la locandina e il modulo d'Iscrizione per i corsi gratuiti "Donne al sicuro":

 

Locandina-Cpo-1522

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
24/11/2023, 11:51

Potrebbero interessarti