'CHI C'È C'È', AL VIA A QUARTU LA DICIOTTESIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL TUTTESTORIE

Racconti, visioni e libri di famiglie: è il 18° Festival Tuttestorie di Letteratura per Ragazzi, dal 5 all’8 ottobre a Cagliari, ma con un intenso programma scuole che dal capoluogo andrà in tour dal 4 al 9 ottobre fra Quartu Sant’Elena, Carbonia, Decimomannu, Decimoputzu, Elmas, Gonnesa, Isili, Lanusei, Monserrato, Monastir, Siliqua, Ussana, Vallermosa, Villanovaforru, Villasor, Villaspeciosa, con il coinvolgimento dei Sistemi Bibliotecari InterurbanI del Sulcis, Sarcidano-Barbagia di Seulo e Bibliomedia.

Data:
3 ottobre 2023

Visualizzazioni:
784

Racconti, visioni e libri di famiglie: è il 18° Festival Tuttestorie di Letteratura per Ragazzi, dal 5 all’8 ottobre a Cagliari, ma con un intenso programma scuole che dal capoluogo andrà in tour dal 4 al 9 ottobre fra Quartu Sant’Elena, Carbonia, Decimomannu, Decimoputzu, Elmas, Gonnesa, Isili, Lanusei, Monserrato, Monastir, Siliqua, Ussana, Vallermosa, Villanovaforru, Villasor, Villaspeciosa, con il coinvolgimento dei Sistemi Bibliotecari InterurbanI del Sulcis, Sarcidano-Barbagia di Seulo e Bibliomedia.

 

Saranno le scuole di Quartu Sant’Elena a ospitare gli incontri con gli studenti organizzati nell’ambito del Festival, e si terranno dal 4 al 7 ottobre. Si inizia dunque mercoledì 4 alle ore 9 con Ti aspetto a San Qualcosa, incontro dedicato alla secondaria di primo grado, con Beniamino Sidotti e alla stessa ora, ma per l’infanzia, Cane e gatto, incontro con Teresa Porcella. Entrambi gli incontri saranno replicati alle 11:15. Giovedì 5, si inizia alle 9 con un incontro dedicato alla scuola primaria che vedrà protagonista Matteo Razzini in Una buona ragione. Alla stessa ora, sempre per la primaria In famiglia!, incontro con S.C.O.S.S.E che sarà replicato alle 11:15 e alla stessa ora del giorno dopo. Sempre alle 11:15 Cristina Bellemo incontra i piccoli studenti della primaria con la sua Storia Piccola. Il 6 ottobre alle 9 Olga, incontro con Christian Hill e alla stessa ora Animali bellissimi, con Daniela Pareschi, che sarà replicato alle 11:15. Gli appuntamenti di Quartu si chiudono il 7 quando alle 9 Pino Pace incontra gli studenti della primaria col suo Mamma in polvere mentre alle 11:15 Francesca Amat, per i piccoli dell’infanzia, conduce il laboratorio Quando è troppo è troppo.

Teresa Porcella e nata a Cagliari e vive a Firenze con il suo gatto. Laureata in filosofia, si è specializzata in progettazione editoriale multimediale. Autrice, progettista, editor e libraia per ragazzi. Svolge attività di formazione, laboratori, reading e spettacoli in tutta Italia. Ama intersecare i linguaggi e scoprire le relazioni tra i diversi tipi di arte. La sua produzione spazia dai libri per i più piccoli alla narrativa per adolescenti. Pubblica in Italia e all’estero. Il suo libro Il formichiere Ernesto (illustrazioni di Ignazio Fulghesu, edito da Coccole Books) ha ricevuto la menzione speciale al Premio Rodari 2018. Come editor, ha vinto il Premio Andersen per la collana di poesia Il suono della conchiglia, Motta Junior (2015) e nel 2018 per la collana di narrativa Rivoluzioni, LibriVolanti (vincitrice anche del Premio Cento 2018). Cura per Telos Edizioni la collana 147 mostro che parla! 7 mostri x 21 regioni italiane ed è autrice di Janas, Cogas, Mommotti e altri esseri fantastici della Sardegna, illustrato da Ignazio Fulghesu.

Beniamino Sidoti lavora da trent’anni al confine tra gioco e racconto: è stato tra i fondatori di Lucca Games, una delle più grandi manifestazioni di giochi al mondo, ed è giornalista radiofonico. Tiene corsi di scrittura creativa e di didattica ludica in giro per l’Italia e online, e lavora come autore ed editor per molti editori italiani: ha firmato due enciclopedie, una trentina di libri di divulgazione, e altrettanti titoli di narrativa e albi illustrati, tradotti complessivamente in una ventina di lingue. Tra i suoi titoli più recenti: Dizionario dei giochi (con Andrea Angiolino, Zanichelli 2010, Unicopli 2022), Il ciclo dell’acqua (Editoriale Scienza 2022), Dante gioca con i dannati (Giunti, 2022), Strategie per contrastare l’odio (Feltrinelli 2019), Stati d’animo (Rrose Sèlavy 2017).

Matteo Razzini è nato a Reggio Emilia; è autore di libri, attore e narratore. Educatore teatrale per bambini, ragazzi, adulti e persone fragili. Nel 2010 ha vinto il premio “H.C. Andersen Baia delle Favole” con l’opera: Esco così mi perdo. Ha pubblicato fiabe, brevi racconti, romanzi e poesie con con Edizioni Corsare, Valentina Edizioni, Corsiero Editore e Zoolibri. Collabora attivamente con enti e strutture private in ambito di formazione teatrale e avvicinamento alla lettura.

S.C.O.S.S.E. è l'associazione di promozione sociale attiva a Roma e sul territorio nazionale. Si occupa di educazione al genere e alle differenze e lotta contro ogni tipo di discriminazione, dalla violenza contro le donne all’omotransfobia sino al bullismo. Sarà presente al festival con Elena Fierli e Sara Marini. Fierli, storica dell’arte, PhD in Gender Studies e specialista in editoria per l’infanzia e illustrazione; lavora come ricercatrice indipendente e con l’associazione Scosse sull’educazione al genere, la promozione della lettura e la valorizzazione delle differenze. Collabora con scuole, musei e progetti di formazione e autoformazione. Marini è formatrice, PhD in Psicolgia dello sviluppo e ricerca educativa, e ricercatrice su educazione al genere in infanzia e adolescenza per l’associazione Scosse, in particolare sui progetti Leggere Senza Stereotipi e Fammi Capire. I suoi ambiti di competenza sono l’educazione al genere e le rappresentazioni di genere, corpi e sessualità nell’illustrazione e nell’editoria.

 

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
03/10/2023, 13:26

Potrebbero interessarti