PRESENTAZIONE DEL FILM 'CARRINGTON' VINCITORE A CANNES NELLA SOCIAL GALLERY

Nell'ambito del 'Festival V-Art XXVIII edizione' proseguano gli appuntamenti presso “The Social Gallery” in via Eligio Porcu 43 con la proiezione del  film 'Carrington' di Christopher Hampton in programma per martedì 21 novembre alle 18.00 con l'ngresso gratuito. La presentazione sarà a cura di Elisabetta Randaccio.

Data:
14 novembre 2023

Visualizzazioni:
457

Nell'ambito del 'Festival V-Art XXVIII edizione' proseguano gli appuntamenti presso “The Social Gallery” in via Eligio Porcu 43 con la proiezione del  film 'Carrington' di Christopher Hampton in programma per martedì 21 novembre alle 18.00 con l'ngresso gratuito. La presentazione sarà a cura di Elisabetta Randaccio.

Dopo il successo dei precedenti progetti espositivi presso la Social Gallery si continua con la ventottesima edizione del Festival V-art – Festival Internazionale Immagine d’Autore - Racconti di Donne sotto la direzione artistica del regista Giovanni Coda.

'Carrington' è un film del 1995 diretto da Christopher Hampton, vincitore del Premio della giuria al 48º Festival di Cannes:
In Inghilterra nel 1915, la pittrice Dora Carrington conosce lo scrittore Lytton Strachey e ai primi sentori di una guerra mondiale nasce la loro singolare storia d'amore. Egli un barbuto omosessuale, obiettore di coscienza e con battute e modi alla Oscar Wilde; ella giovane androgina straripante energia e disprezzo per le focose attenzioni dei maschi, come il fidanzato Mark Gertler, pittore ebreo che per quattro anni tenta invano di sedurla. Poi Dora si dichiara a Lytton, con grande rabbia di Mark, che giunge a percuotere lo scrittore. I due vivono insieme e quando il giovane ex ufficiale Ralph Partridge entra nelle loro vite inizia un inedito e provocatorio ménage à trois, con Dora che sposa Ralph per tenerlo legato a Lytton e con costui che sovraintende il loro viaggio di nozze a Venezia. Quando appare Gerald Brenan, reduce dalla Spagna, amico di Ralph, la sua sensibilità romantica colpisce Dora, che ne diviene amante. Poi, finalmente, Lytton comincia a guadagnare con i suoi libri: tra le sue conquiste il giovane Roger Senhouse. Mentre Ralph si innamora di una giovane donna, Frances, Dora accentua la dicotomia tra la devozione per Lytton e le sue evoluzioni sessuali che includono ben presto un aitante capitano, Beacus Penrose, che la porta in crociera sul suo battello. Ma nel 1932 Lytton si ammala: un tumore allo stomaco ne provoca la morte. Invano Ralph, ormai sposo di Frances, cerca di proteggere Dora dalla depressione. Lasciata sola, incapace di vivere senza Lytton, Dora si uccide.

Ulteriori appuntamenti in programma:

  • 28 novembre alle ore 18.00: Presentazione del film “Tina (What’s love got to do with it)” regia di Daniel Lindsay e TJ Martin - Presentazione a cura di Elisabetta Randaccio
  • 2 dicembre alle ore 18.00: Vernissage Antonio Pillitu (Lelluzzo) Exposition
  • 9 dicembre alle ore 18.00: Presentazione libro “La prima regista sarda Maria Piera Mossa” a cura di Peppetto Pilleri e con Annamaria Baldussi
  • 16 dicembre alle ore 18.00: Presentazione libro “Un’infanzia negata” di Petulia Surchin – con l’autrice e Annamaria Baldussi -
  • 20 dicembre alle ore 18.00: Presentazione libro “Karma 8” di Francesco Melis – con l’autore e Annamaria Baldussi
  • 23 dicembre alle ore 18.00: Vernissage Davide Gratziu Exposition

La “Social Gallery” è uno spazio espositivo, dedicato prevalentemente all’arte contemporanea, che nasce a Quartu nella centralissima via Eligio Porcu. Per l'evento del 14 novembre alle ore 18.00 è necessaria la prenotazione scrivendo una email a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Racconti di Donne è un progetto che l’Associazione Labor coltiva da diverso tempo. Il programma si divide in due sezioni: Cinema e Letteratura. Il primo aspetto è rappresentato dalla la figura femminile e il suo rapporto con l’arte. Abbiamo preso in esame alcune discipline artistiche - fotografia, Cinema, Letteratura e danza – organizzando una panoramica sull’autodeterminazione artistica in un campo, tendenzialmente, ancora maschile. Un percorso alla ricerca di quelle artiste del 900 (e non solo) che hanno imposto il proprio estro creativo producendo “opere” di altissimo livello e in alcuni casi di rara unicità. La seconda parte del progetto si polarizza sulla violenza di genere, sulla violenza contro le donne nell’idea l’obiettivo, partendo dalla proiezione del film La sposa nel vento, è quello di aprire un dibattito costruttivo con il nostro pubblico. Il primo punto si concretizzerà con una serie di proiezioni cinematografiche dedicate ai biopic più significativi degli ultimi anni. Verranno proiettati i film “Frida” (sulla pittrice Frida Kahlo) “Tina – what’s love got to do with it” (basato sulla vita della cantante Tina Turner) il capolavoro di Christopher Hampton “Carrington” ispirato alla vita della pittrice Dora Carrington.

La seconda Parte del Festival sarà composta da una mostra fotografica, sempre legata al film “La sposa nel vento“. La mostra sarà curata da Giovanni Coda in collaborazione con Nicoletta Curreli – La presentazionedei film sarà a cura del critico cinematografico quartese Elisabetta Randaccio. Verranno inoltre presentati i volumi delle scrittrici Franca Nurchis “un’infanzia negata” e Mariangela Sanna “La signora della danza” (dedicato alla danzatrice Assunta Pittaluga) Presentazione a cura di Maria Paola Masala. Mentre Peppetto Pilleri in collaborazione con Jacopo Onnis e Pietro Clemente presenterà – “La prima regista sarda Maria Piera Mossa” modera da Anna Maria Baldussi – Aipsa Edizioni. Il Festival proseguirà con l’appuntamento del World Aids Day (in collaborazione con Lila Cagliari) e con le esposizioni di Antonio Pillitu e Davide Gratziu. 

2d5638de-c44f-4d8a-ba9e-9f039accfe59



15b44520-7bd1-42c4-a0d1-476ad1989536

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
21/11/2023, 06:52

Potrebbero interessarti