INAUGURATO IN VIA CILEA L'UFFICIO DI PROSSIMITÀ PER IL SERVIZIO GIUSTIZIA

Quartu è pronta ad ospitare il nuovo Ufficio di Prossimità istituito in collaborazione con il Tribunale di Cagliari ed il Centro Regionale di Programmazione della Regione Sardegna. Stamattina si è tenuta l’inaugurazione nella sede di via Cilea, dando così seguito al progetto promosso dal Ministero della Giustizia che mira a sviluppare una rete di prossimità territoriale in grado di agevolare i cittadini nella fruizione dei servizi giudiziari.

Data:
7 dicembre 2023

Visualizzazioni:
2260

Quartu è pronta ad ospitare il nuovo Ufficio di Prossimità istituito in collaborazione con il Tribunale di Cagliari ed il Centro Regionale di Programmazione della Regione Sardegna. Stamattina si è tenuta l’inaugurazione nella sede di via Cilea, dando così seguito al progetto promosso dal Ministero della Giustizia che mira a sviluppare una rete di prossimità territoriale in grado di agevolare i cittadini nella fruizione dei servizi giudiziari.

Il progetto promuove un servizio Giustizia più vicino al cittadino, realizzando una rete di “Uffici di Prossimità”, in grado di offrire servizi omogenei diretti, soprattutto alle cosiddette ‘fasce deboli’, e appunto per questo nasce a Quartu nella stessa struttura dove ha sede l’Assessorato comunale ai Servizi Sociali. La collaborazione e il coinvolgimento degli Enti locali, sommato al supporto dei sistemi informatici, permetterà infatti di decongestionare l’accesso ai Tribunali. Sono infatti complessivamente 21 gli Uffici di Prossimità previsti a livello regionale, compreso quello di Quartu Sant'Elena. 

Il ruolo del Comune nell’ambito del progetto prevede, dopo l’individuazione dei locali, del personale preposto e del Responsabile del Servizio, la definizione e la sottoscrizione con il Tribunale di un Protocollo Prassi, al fine di dettagliare modalità di lavoro e di collaborazione. Nel caso di Quartu la completa operatività dell’Ufficio, a seguito del perfezionamento dei corsi di formazione, è prevista per febbraio.

“Il progetto è per noi una sfida importantissima, lo abbiamo colto come un’opportunità per creare una rete di collaborazione non solo fra istituzioni locali e Regione ma anche con i Tribunali - ha spiegato Francesca Lissia, Coordinatrice del progetto per la Regione Autonoma della Sardegna -. Si tratta infatti di un’opportunità rivolta alle persone fragili e che quindi si caratterizza per essere davvero un servizio di prossimità al cittadino, che non è più costretto a recarsi a Cagliari e fare file, magari per avere delle semplici informazioni. L’immediatezza è appunto la finalità di questo. Ed è importante e apprezzabile che Quartu garantisca questo servizio perché nonostante la vicinanza fisica al Tribunale ha un bacino d’utenza veramente notevole e risulterà quindi utile per tutto il territorio. È un progetto innovativo che vuole dare un segnale di vicinanza delle istituzioni al cittadino. E confidiamo infatti possa essere solo l’inizio di questa sfida, creando all’interno di questi uffici diversi servizi di prossimità.

“Un servizio che avvicina i cittadini a un ambito come quello della giustizia, con tutta una serie di servizi che finalmente si tradurranno in risposte reali ai cittadini - il commento dell’Assessore comunale ai Servizi Sociali e alle Politiche Generazionali Marco Camboni -. L’Amministrazione ha aderito da subito con estremo piacere a questa iniziativa e pensa di estendere questo servizio a tutto il PLUS, ponendosi quindi come polo di riferimento per tutti i Comuni appartenenti all’Ambito. Stiamo pertanto formando il personale suddividendolo in aree di competenza - Area Minori, Area Adulti, Area Anziani - in modo tale da dare una risposta a tutto tondo ai bisogni della comunità”.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
07/12/2023, 14:18

Potrebbero interessarti