ALLA SOCIAL GALLERY NELLA GIORNATA DELLA MEMORIA SI PROIETTA 'IL ROSA NUDO'

Presso la Social Gallery nuovo appuntamento con il ‘V-ART’, Festival Internazionale dell’immagine d’autore, in occasione della Giornata della Memoria. Sabato 27 gennaio alle 18.30 verrà infatti proiettato e raccontato ‘Il rosa nudo’, film del regista, e direttore dello spazio aggregativo di via Porcu, Giovanni Coda. Nell’occasione dialogherà con Jo l’autore Duilio Caocci, con interventi di Sergio Anrò.

Data:
25 gennaio 2024

Visualizzazioni:
464

Presso la Social Gallery nuovo appuntamento con il ‘V-ART’, Festival Internazionale dell’immagine d’autore, in occasione della Giornata della Memoria. Sabato 27 gennaio alle 18.30 verrà infatti proiettato e raccontato ‘Il rosa nudo’, film del regista, e direttore dello spazio aggregativo di via Porcu, Giovanni Coda. Nell’occasione dialogherà con Jo l’autore Duilio Caocci, con interventi di Sergio Anrò.

‘Il Rosa Nudo’ ha debuttato al Torino Lgbt Film Festival diretto da Giovanni Minerba ed è stato presentato alla 70ª Mostra Internazionale del Cinema di Venezia (Queer Lion Awards), riscuotendo  un ottimo successo a livello internazionale. La pellicola si è aggiudicata, tra gli altri, il prestigioso “Gold Jury Award” al Social Justice Film Festival di Seattle, il “Best International Feature  Film” all’Underground Film Festival di Melbourne e il prestigioso “Film For Peace Award” all’Independent Film  Festival di Gothenburg.

Tra le milioni di vittime colpite dalla follia nazista nel periodo della Seconda Guerra Mondiale il francese Pierre Seel, il 13 maggio 1941, fu deportato dai tedeschi e internato nel campo di concentramento di Schirmeck, a 30 km da Strasburgo, dove subì torture e violenze a causa del suo orientamento sessuale. Sopravvissuto a questa esperienza terrificante, Seel, dopo la fine del conflitto, nel tentativo di dare un nuovo senso alla sua vita, si sposò e divenne padre. Nel 1982, però, fu il primo a denunciare le terribili vicende che lo accomunarono a migliaia di altri omosessuali, marchiati come lui con il triangolo rosa: un coming out clamoroso che aggiunse altro orrore all'orrore.

Il Rosa Nudo, prendendo spunto dalla sua autobiografia ‘Moi, Pierre Seel, déporté homosexuel’, racconta in maniera teatrale ed evocativa l'Omocausto, soffermandosi anche sulle teorie scientifiche per la cura dell'omosessualità di Carl Peter Veernet, che aprirono di fatto la strada alle persecuzioni naziste.

Cast:

Gianni Dettori, Italo Medda, Sergio Anrò, Gianni Loi, Mattia Casanova, Francesco Ottonello, Mauro Ferrari, Luca Catalano, Lorena Piccapietra, Assunta Pittaluga, Carlo Porru, Cricot Teatro

Produttori /Producers

Emilio Milia, Giovanni Coda

Produzione / Production

ReindeerCatSolutions, Labor Cinema, V-Art Festival

 

PHOTO-2024-01-22-15-20-46

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
25/01/2024, 10:39

Potrebbero interessarti