NUOVO REGOLAMENTO: STOP ALLA MUSICA A MEZZANOTTE E SANZIONI PER I TRASGRESSORI

La Giunta Comunale di Quartu Sant’Elena ha approvato la modifica al regolamento per la disciplina di trattenimenti musicali svolti nei pubblici esercizi: stop al rumore a partire dalla mezzanotte e sospensione dell’attività per i trasgressori.

 

Data:
4 febbraio 2024

Visualizzazioni:
599

La Giunta Comunale di Quartu Sant’Elena ha approvato la modifica al regolamento per la disciplina di trattenimenti musicali svolti nei pubblici esercizi: stop al rumore a partire dalla mezzanotte e sospensione dell’attività per i trasgressori.

 

Le nuove regole, più restrittive rispetto alle precedenti, saranno valide in tutto il territorio comunale, sia nel centro storico che nei locali del litorale. Le modifiche, si spiega nella delibera n. 31 del 2 febbraio 2024, sono state rese necessarie  a causa del “permanere numerose segnalazioni inerenti il mancato rispetto delle norme in materia di emissioni sonore nei pubblici esercizi, soprattutto in ordine alle problematiche incidenti sul riposo dei residenti”. Inasprito anche il profilo sanzionatorio, attraverso “misure accessorie costituite dalla sospensione dell’attività graduate in misura proporzionale al numero delle violazioni rilevate nell’anno”.
Oggetto della delibera è la disciplina del piccolo trattenimento musicale, ovvero la “riproduzione o l’esecuzione di musica dal vivo offerta ai clienti in un pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e bevande”. Non riguarda, quindi, tutte le manifestazioni che si svolgono nelle vie/ piazze o altri siti e regolarmente autorizzate dall’Amministrazione Comunale.
Si specificano anche altri aspetti, utili ad identificare la tipologia dell’intrattenimento consentito nei pubblici esercizi del territorio:
-nel locale o all’esterno non devono riscontrarsi spazi appositamente allestiti per lo svolgimento di attività danzante destinati ai clienti del locale;
-l’attività deve essere accessoria, complementare e marginale rispetto all’attività di somministrazione di alimenti e bevande;
- l’ingresso del pubblico deve essere libero e gratuito, cioè non ci deve essere richiesta di pagamento, quali ticket per l’accesso, sottoscrizione per una affiliazione o abbonamento, obbligo o sovrapprezzo nelle consumazioni;
-che non vi sia richiamo pubblicitario al di fuori del locale e delle sue pertinenze mediante manifesti, interventi su mass-media o pubblicità in rete, biglietti di invito, in modo che l’avventore si indirizzi in quel locale per la sola attività di somministrazione;

 

Altro aspetto fondamentale è dato dal rispetto degli orari per l’erogazione di trattenimento musicale da parte dei pubblici esercizi: sia in estate che in inverno, nel centro urbano le note potranno volare fino alla mezzanotte e non oltre. Nel litorale stesse regole, salvo che nel periodo estivo ( dal 1 giugno al 30 settembre) dove nel fine settimana (venerdì e sabato) la musica potrà durare fino all’una del mattino.

Le prescrizioni  contenute nella delibera tuttavia non si applicano agli esercizi che svolgono attività principale di intrattenimento danzante, dove si offre produzione di carattere artistico-musicale (Discoteche), né a feste o manifestazioni gratuite svolte in aree private purché fuori dal contesto urbano. Rimane salva, in ogni momento, la modifica alle prescrizioni del regolamento sulla base di un’ apposita ordinanza sindacale.

La delibera si sofferma inoltre sulla differenza fra manifestazioni di pubblico spettacolo e musica di sottofondo.

-È vietato qualsiasi trattenimento danzante in locali non preventivamente autorizzati ai sensi degli artt.68, 69 e 80 T.U.L.P.S.

-L'emissione sonora per manifestazione di pubblico spettacolo (riconducibile agli artt. 68 e 69 del T.U.L.P.S.) deve cessare entro le ore 24.00. Il Sindaco ha facoltà di concedere apposita proroga.

-Non rientrano nella tipologia di musiche di sottofondo e/o accompagnamento gli spettacoli musicali con Dj o musica dal vivo, ancorché utilizzino i mezzi di amplificazione di pertinenza dei locali.

A partire dalle ore 24:00 deve cessare rigorosamente ogni forma di trattenimento musicale, anche di sottofondo, ai fini del rispetto delle esigenze di tutela del riposo dei residenti. Infine, i titolari dei pubblici esercizi che svolgono attività di trattenimento musicale sono tenuti ad effettuare il servizio di pulizia delle aree utilizzate a tal fine, siano esse di pertinenza del locale ovvero antistanti.

L'attività di pulizia deve essere completata entro e non oltre le ore 6:00 della mattina successiva all'esecuzione dell'intrattenimento musicale. Coloro che non mantengono pulite le aree e non rimuovo i rifiuti in esse abbandonate entro l’orario suddetto, sono soggetti alla sanzione amministrativa € 450,00, in aggiunta rispetto a quanto previsto dalla Deliberazione della Giunta Comunale numero 69 del 09/06/2017.

Nuova categoria

pdf

albopretorio_000065472_006_cgn_8178

Dimensione: 257.47 kb
Contatore : 51
Date inserimento: 04/02/2024
pdf

albopretorio_000065472_002_regolamento_disciplina_attivita_trattenimenti_musicali_def

Dimensione: 738.41 kb
Contatore : 49
Date inserimento: 04/02/2024

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
04/02/2024, 12:35

Potrebbero interessarti