Comunicazione messa in esercizio degli impianti elevatori per rilascio n. matricola

La messa in esercizio di ascensori, piattaforme elevatrici e montacarichi è per legge soggetta a comunicazione al Comune di competenza territoriale.

Data:
13 dicembre 2023

Visualizzazioni:
451

La messa in esercizio di ascensori, piattaforme elevatrici e montacarichi è per legge soggetta a comunicazione al Comune di competenza territoriale.

Cos'è

La messa in esercizio di ascensori, piattaforme elevatrici e montacarichi è per legge soggetta a comunicazione al Comune di competenza territoriale da parte del proprietario, legale rappresentante della società proprietaria o l’Amministratore del Condominio proprietario dell’impianto da immatricolare.

La comunicazione è da effettuarsi, in base al DPR 162/1999, entro 60 giorni dalla data della dichiarazione di conformità dell'impianto.

Il Comune, entro 30 giorni, provvede ad attribuire un numero di matricola all’impianto e a comunicarlo al proprietario o legale rappresentante e al soggetto incaricato dell’effettuazione delle verifiche periodiche.

A chi si rivolge

Destinatari del servizio:

Il proprietario, il legale rappresentante della società proprietaria o l’amministratore del condominio proprietario dell’impianto da immatricolare.

L'istanza può essere presentata anche da un procuratore/delegato previo conferimento di procura/delega speciale da parte di uno dei soggetti sopra richiamati (proprietario, legale rappresentante o amministratore di condominio) per la sottoscrizione digitale e per la presentazione telematica dell’istanza online.

Accedere al servizio

Come si fa:

Nell’ottica della transizione al digitale della P.A. si potrà effettuare la COMUNICAZIONE DI MESSA IN ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI ELEVATORI PER OTTENERE LA LORO IMMATRICOLAZIONE esclusivamente tramite la nuova modalità online a partire dal 01.01.2024, mediante la compilazione di un modulo-maschera telematico predisposto dal Comune e raggiungibile direttamente dal link sottostante, senza dover inoltrare alcuna documentazione al Protocollo Generale e senza doversi recare presso gli uffici.

Il nuovo servizio online attivato nell’ambito dell’obiettivo strategico programmato denominato “CASA COMUNE”, con il quale l’Amministrazione Comunale si prefigge di offrire servizi più efficienti, più efficaci e più veloci, in grado di rispondere alle reali esigenze dell’Utenza grazie alla tecnologia, all’informatizzazione e alla semplificazione delle procedure e degli iter burocratici, consente di snellire e digitalizzare la procedura, ottimizzare i tempi di evasione delle pratiche ed, al contempo, avere tracciabilità del flusso di dati richiesti e trasmessi all’utente, nonché creare una banca dati digitale delle richieste, senza la necessità per l’utenza di recarsi presso gli uffici e senza dover inoltrare alcuna richiesta al Protocollo Generale:  una volta compilata la domanda online, la richiesta sarà automaticamente protocollata e presa in carico dal Settore competente per un celere riscontro.

Le istanze presentate mediante diversa modalità (es. mail/PEC) a partire dal 01.01.2024 verranno, una volta protocollate, dichiarate irricevibili tramite risposta automatica no replay al mittente, mentre le istanze cartacee consegnate a mano agli sportelli dell’ufficio protocollo non verranno prese in carico.

L’Ufficio Relazioni Pubbliche (URP) è a disposizione per agevolare l’utilizzazione del servizio on-line sia a livello informativo che pratico/operativo. Il servizio front office allo sportello è svolto dall’URP nelle seguenti sedi comunali:

  • Palazzo comunale, via Eligio Porcu 141 (070.86012692 e 070.86012604 dalle ore 9:00 alle ore 13:00 – 070.86012651 dalle ore 12:00 alle ore 13:00)
  • Sede staccata di via Melibodes 2 (335.5874574 dalle ore 09:00 alle ore 13:00)

Orari al Pubblico URP: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00 – Lunedì e Mercoledì dalle ore 15,30 alle ore 17:00.

 

Nota Bene:

Consigliato invio istanza previo accesso con identità digitale: SPID / CIE / CNS (qui).

L'accesso tramite identità digitale consentirà di visualizzare successivamente gli stati d'avanzamento della pratica, nonché di integrare eventuali altri documenti, il tutto tramite i Servizi Online (qui).

Istanza Online

 

Modalità di autenticazione al servizio: Accesso libero

Contatti

Uffici a cui rivolgersi:

Area di riferimento:

Cosa serve

La comunicazione deve contenere:

- l'indirizzo dello stabile ove é installato l'impianto;
- la velocità, la portata, la corsa, il numero delle fermate e il tipo di azionamento;
- il nominativo o la ragione sociale dell'installatore dell'ascensore o del fabbricante del montacarichi o dell'apparecchio di sollevamento rispondente alla definizione di ascensore la cui velocità di spostamento non supera 0,15 m/s, ai sensi dell'articolo 3, comma 3, del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 17;
- copia dichiarazione conformità alla direttiva n.95/16/CE rilasciata dalla ditta installatrice;
- l'indicazione della ditta, abilitata ai sensi del decreto del Ministro dello sviluppo economico 22 gennaio 2008, n. 37, cui il proprietario ha affidato la manutenzione dell'impianto, che abbia accettato l'incarico;
- l'indicazione del soggetto incaricato di effettuare le ispezioni periodiche sull'impianto, ai sensi dell'articolo 13, comma 1, che abbia accettato l'incarico;
- copia contratto/nota di riscontro per accettazione dell’incarico da parte dell’Organismo Notificato per le verifiche periodiche;
- copia contratto di manutenzione;
- certificato di Regolare Esecuzione / Perizia Giurata / Autocertificazione, a firma di un tecnico abilitato, in cui sia dichiarata la rispondenza dell’impianto alla legge 13/89 (solo per gli ascensori e per le piattaforme elevatrici, adibiti al trasporto di persone o persone e cose);
- copia del verbale di assemblea di condominio con la nomina dell’Amministratore nel caso in cui la comunicazione sia effettuata dall’amministratore del Condominio;
- copia del Documento di identità del proprietario e/o dell’avente titolo;

-versamento del pagamento spontaneo “Diritti di segreteria Edilizia” di € 50,00 con la modalità del pagamento digitale tramite PagoPa - Riferimento Istanza: Immatricolazione impianto elevatore (qui).

Nota Bene: qualora la comunicazione di messa in esercizio venga effettuata oltre il termine di 60 gg dalla data della dichiarazione di conformità dell'impianto, la stessa deve essere integrata da un verbale di verifica straordinaria di attivazione dell'impianto effettuata dal competente organismo notificato incaricato dalla proprietà.

Costi e vincoli

Costi:

Prima di avviare la pratica telematica occorre effettuare il versamento del pagamento spontaneo “Diritti di segreteria Edilizia” di € 50,00 con la modalità del pagamento digitale tramite PagoPa - Riferimento Istanza: Immatricolazione impianto elevatore (qui);

Tempi e scadenze

Il procedimento per l’immatricolazione dell’impianto elevatore si conclude in 30 giorni dal perfezionamento dell’istanza online della comunicazione della messa in esercizio dello stesso, completa di tutti gli allegati necessari, mentre l’Attribuzione del numero di matricola verrà resa disponibile nel portale dove in ogni momento l’interessato, o suo incaricato, può visionare lo stato di avanzamento della pratica, e contestualmente verrà trasmessa all’indirizzo mail o PEC riportato nell’istanza online.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
12/12/2023, 15:41

Potrebbero interessarti