SERVIZIO DI IGIENE URBANA, DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA DI RIFIUTI

La corretta gestione ambientale dei rifiuti e il recupero di materiali finalizzato al riciclaggio costituiscono un prioritario obiettivo dell'Amministrazione Comunale.

Data:
1 marzo 2022

Visualizzazioni:
5833

La corretta gestione ambientale dei rifiuti e il recupero di materiali finalizzato al riciclaggio costituiscono un prioritario obiettivo dell'Amministrazione Comunale. Da una parte per rispettare gli obblighi di legge previsti per la raccolta differenziata stabiliti dalla legislazione nazionale e dalla normativa regionale, dall’altra perché un servizio efficiente vuol dire anche minori costi a carico del cittadino. 

Inoltre la salvaguardia degli interessi pubblici connessi all’ambiente e alla sostenibilità ambientale del territorio cittadino passa attraverso una necessaria e rilevante riduzione delle quantità di rifiuti indifferenziati destinati allo smaltimento in discarica, in quanto favorisce il recupero, il riciclaggio e il riutilizzo dei rifiuti urbani e assimilati. E tutto ciò diventa possibile solo attraverso una raccolta differenziata puntuale di tutte le frazioni di rifiuti recuperabili.

Al fine di evitare errate modalità di conferimento tramite ordinanza sono state puntualizzate tutte le disposizioni normative in ordine alle modalità dei conferimenti dei rifiuti urbani, coerenti con quelle oggetto dell’appalto di Igiene Urbana in corso e nel rispetto del Regolamento Comunale in vigore. Nella stessa vengono quindi stabiliti puntualmente divieti e/o doveri per il corretto conferimento dei rifiuti, con relative eventuali sanzioni.

Lunedì 1 marzo è iniziato il nuovo servizio di raccolta differenziata in città, che punta su mastelli di ultima generazione e ha calendari di conferimento differenziati corrispondenti ad altrettante zone ‘colorate’ dello stradario cittadino. Pertanto si raccomandano tutti i cittadini e tutte le utenze non domestiche del Comune di Quartu produttori di rifiuti di effettuare un corretto conferimento differenziato negli appositi contenitori forniti in comodato d’uso gratuito.

Gli utenti devono quindi provvedere, esclusivamente nei giorni e negli orari di raccolta previsti dal calendario vigente, consultabile sul sito della società che gestisce il servizio (https://www.deviziaquartu.com/) e recapitato in questi giorni in formato cartaceo presso la propria abitazione o  esercizio, all’esposizione dei mastelli e al ritiro degli stessi una volta avvenuto il servizio di raccolta da parte degli operatori.

Le specifiche frazioni di rifiuto dovranno essere conferite adoperando i contenitori-mastelli forniti in comodato d’uso gratuito, pena il mancato ritiro del rifiuto esposto. In considerazione dell’attuale fase di transizione del nuovo appalto, esclusivamente fino alla data del 18 aprile 2022 verranno ritirati anche i rifiuti contenuti all’interno dei vecchi mastelli, affinché tutti gli utenti possano organizzarsi per tempo per entrare in possesso del nuovo kit di raccolta, prenotabile tramite istanza on line su questo stesso sito.

L’ordinanza precisa inoltre che è vietato: depositare i rifiuti domestici nei cestini dislocati sul territorio comunale; abbandonare e depositare rifiuti di qualsiasi genere; introdurre sacchi e rifiuti nei cestini getta carta; l’esposizione di contenitori, sacchi o altro materiale lungo il percorso di raccolta in giorni diversi e fuori dagli orari stabiliti dal Calendario vigente per la raccolta porta a porta; il mantenimento sul suolo pubblico ovvero il mancato ritiro all’interno della proprietà privata dei contenitori domiciliari oltre le ore 20 del giorno di raccolta; il conferimento di rifiuti diversi da quelli cui i contenitori o i sistemi di raccolta sono destinati; il conferimento e l’utilizzo delle strutture pubbliche da parte di utenti non iscritti a ruolo.

Tutte le disposizioni in merito sono contenute nell’ordinanza n. 18 del 28 febbraio c.a., consultabile e scaricabile in allegato su questa stessa pagina. Si sottolinea che l’inosservanza delle prescrizioni sarà punita con le sanzioni amministrative riportate nell’allegato D dello stesso atto. Si ricorda inoltre che nel caso di irrogazione delle sanzioni ad utenze condominiali, qualora individuata la sanzione viene elevata alla singola utenza; nel caso in cui non sia possibile accertare la responsabilità del singolo utente la sanzione verrà irrogata al responsabile del condominio nella medesima misura.

 

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
01/03/2022, 17:31

Potrebbero interessarti